I colori incidono sulla nostra percezione del mondo che ci circonda e determinano le nostre scelte molto più di quanto siamo in grado di comprendere. Per questo è bene chiedersi che tipo di correlazione c’è tra colori e marketing?

Colori e Marketing: quanto conta la scelta della tonalità per un’azienda?

Ogni giorno siamo circondati da messaggi pubblicitari, alcuni ci colpiscono più di altri, vi siete mai chiesti perchè?

A volte pensiamo che sia una frase accattivante ad attirare la nostra attenzione, ma così facendo stiamo sottovalutando il potere che hanno i colori che compongono l’immagine.

Questa è una delle ragioni per cui la scelta del colore è uno dei momenti più importanti quando si progetta un logo, quando si crea un sito o quando si fa qualsiasi attività legata al marketing. Ed è questo il motivo per cui le aziende ormai conducono molteplici studi prima di decidere quale sarà il colore che le rappresenterà sul mercato.

Colori e marketing

Fonti immagini: The LogoCompany, Pinterest

Se quanto appena espresso vi sembra poco chiaro e molto astratto, facciamo un esempio concreto che vi aiuterà a comprendere meglio il concetto.

Uno dei colori che in assoluto rilassa lo sguardo è il blu, che ha proprietà calmanti e rilassanti.

E ora pensate ad alcuni dei maggiori social network in circolazione…Facebook, Linkedin, Twitter. Hanno tutti un’interfaccia blu, giusto? Questo è perchè il social network nasce con l’idea di trattenere il più possibile le persone sulle sue pagine, se l’interfaccia avesse colori contrastanti tra di loro o una tonalità diversa si correrebbe il rischio di allontanare gli utenti.

Non stiamo dicendo che il tempo che dedicate a Facebook è tutto merito del colore, ma sicuramente questo incide, anche se il nostro cervello non è in grado di determinarlo.

 

Potrebbe interessarti anche: Perchè essere online: i migliori social network per aziende

 

Il colore è fondamentale per riconoscere un’attività e varia tra le culture

Colori e marketing sono quindi profondamente legati tra di loro. Basti pensare anche ai vari settori di mercato in cui la scelta di un colore è determinante per riconoscere un’attività. Molto probabilmente se pensate ad un dentista il colore che vi verrà in mente è quel verde acqua a cui si associa il dentifricio o il colluttorio, è raro che lo associate a colori più caldi come il giallo o il rosso.

D’altronde trattando il tema dell’igiene è molto frequente la scelta di colori freddi. Differentemente se parliamo di food&beverage i colori più usati sono quelli caldi: il rosso, il giallo, l’arancione. Pensateci un attimo: quanti packaging per alimenti che avete in casa rispettano quanto appena detto?

Ovviamente in ogni cultura il colore poi si può legare a significati diversi. Se pensiamo al bianco molto probabilmente ci viene in mente qualcosa di pulito e puro. È un colore che ha per lo più un significato positivo, in italia e in generale nel mondo occidentale. E se vi dicessimo che invece in Cina il bianco è il colore del lutto?

La relazione tra colori e marketing quindi si intreccia anche con la cultura. Per questo per le aziende è necessario conoscere la psicologia che vi è dietro, per evitare di fare scelte che potrebbero comprometterne il futuro.

alsolved

Ad ogni colore il suo significato

Grazie alla globalizzazione però ora vi è molta meno differenziazione nei significati che i colori hanno e qui di seguito abbiamo preparato una lista di ciò che rappresentano:

  • rosso: è il colore dell’amore, ma trasmette anche un senso di urgenza, per questo motivo viene utilizzato spesso per richiamare l’attenzione su un tema importante. Pensate alla scritta SALDI!, in che colore la immaginate?;
  • blu: ha un significato rassicurante, trasmette calma e per questo motivo è scelto spesso dalle grandi aziende che vogliono trasmettere fiducia nel consumatore;
  • verde: è il colore associato alla natura, ma anche alla salute, motivo per cui è il prediletto per le farmacie e per le aziende che vogliono dare un’immagine di sè connessa al naturale. Vi basti pensare ai prodotti biologici che utilizzano spesso packaging di questo colore;
  • nero: viene associato all’eleganza, al pregio e al lusso, motivo per cui è il colore preferito per imprese che operano nel settore del luxury;
  • bianco: esprime purezza, pulizia, ma è anche fortemente legato all’ambito religioso;
  • giallo: in base ad alcuni studi è il colore preferito dai bambini, viene infatti spesso usato in ambito giovanile. Rimanda a significati allegri ed esprime ottimismo grazie alla sua naturale associazione con il sole.

Provate ad immaginare a qualche prodotto e alla tonalità a cui vi rimanda. Vedrete che, anche se finora non ve ne siete accorti il collegamento tra colori e marketing è molto più spontaneo di quanto pensaste.