Il direct email marketing (abbreviato DEM) è un’attività di marketing che si avvale della posta elettronica per comunicare in maniera diretta con parte del pubblico precedentemente definita.

Direct Email Marketing e Newsletter: le differenze

Da questa prima definizione potrebbe non risultare chiaro che tipo di differenza ci sia tra il direct email marketing e la newsletter.
Se non sai cosa sia quest’ultima ti rimandiamo al nostro articolo: cos’è una newsletter e a cosa serve.

In realtà entrambe fanno parte della categoria più generica dell’email marketing e sono strettamente collegate, pur essendo molto differenti.

Possiamo quasi dire che la newsletter è un passaggio obbligatorio per arrivare a poter fare DEM.

Chi ha già letto l’articolo sopra citato, saprà che quello che si ottiene creando una propria newsletter è una lista di contatti. Quest’ultima ha la peculiarità di essere costituita da persone realmente interessate alla nostra attività e che hanno fornito in maniera volontaria.

alsolved

Il direct email marketing parte da questa base, da quella lista di contatti che sono riuscito a ricavarmi grazie alla newsletter.

Vediamo però di capire meglio in cosa si differenziano questi due strumenti.

Ogni volta che invio una newsletter scrivo a tutto il mio pubblico e il contenuto che propongo ha per lo più carattere informativo. Lo scopo della mia mail non è tanto la conversione finale dell’utente, (per esempio che quest’ultimo clicchi sui miei link e venga dirottato sulla mia landing page), quanto di ricordargli la presenza dell’attività e comunicargli le ultime novità.

Un’azione di DEM invece ha come scopo principale quello di convertire l’utente e non viene inviata a tutto il mio pubblico, ma a parte di esso precedentemente targetizzata in maniera specifica.

Se lo scopo è quindi quello di portare il mio pubblico a interagire con la mail reindirizzandolo verso il mio sito e verso ciò che intendo vendergli, vien da sè che il DEM utilizzato in maniera appropriata è uno strumento prezioso e vantaggioso.

 

Come si fa Direct Email Marketing?

Ma come faccio a fare in modo che gli utenti clicchino sulla mia mail? Definendo pubblici specifici e comunicando in maniera appropriata con loro.

Abbiamo già detto che il pubblico del DEM è un pubblico assai più definito rispetto a quello di una newsletter.
Dividendoli in base al target io potrò effettuare nei confronti degli utenti (che ho individuato come appartenenti ad una determinata categoria), una comunicazione molto più personale. Tanto più sarà personale e diretta la mail tanto maggiore sarà probabile il tasso di conversione.

Non appena ottengo la mia lista di contatti, infatti, posso definirli e creare una comunicazione appropriata per ogni tipo di pubblico.

Direct email marketing: alcuni esempi

Vediamo più nello specifico come questo avviene attraverso degli esempi concreti.

Molte aziende effettuano campagne di direct email marketing nei confronti dei loro utenti inattivi.

Alcuni esempi di Direct Email Marketing

Posso quindi crearmi una lista di utenti che, pur non essendosi disiscritti alla mia newsletter, vedo che non effettuano da un po’ l’accesso al mio sito. A questo punto preparerò un tipo di comunicazione adatta a loro, spronandoli a tornare sulla mia pagina.

 

Questa è un’azione di direct email marketing in quanto sto parlando con un target specifico.

La mia comunicazione, infatti, non arriverà a tutti i miei contatti, ma solo ad una parte specifica. Del resto sarebbe inutile chiedere ad una persona che è attiva di continuare ad esserlo. Nei confronti di questa fascia di pubblico potrò, invece creare un altro tipo di mail per esempio premiando la sua fedeltà e incentivandola a rimanere collegata per maggiori novità.


In conclusione possiamo dire che Newsletter e Dem, per quanto abbiamo visto siano differenti tra loro e si pongano obiettivi diversi, sono elementi imprescindibili in una strategia di marketing efficace e che voglia comunicare in maniera sapiente con il proprio pubblico.